fbpx

I 5 grandi dell’Africa australe: qual è il problema?

Il Big 5 si riferisce al leone, al leopardo, all’elefante, al bufalo e al rinoceronte. Pianificare un safari africano è semplicemente incompleto senza considerare i Big 5 dell’Africa meridionale. Questi magnifici animali governano le pianure africane, alcuni più abbondanti di altri. Sebbene questi animali selvatici siano piuttosto pericolosi, sono ancora classificati come vulnerabili. Il rinoceronte nero, in particolare, è nell’elenco in pericolo di estinzione, mentre il rinoceronte bianco del sud è quasi minacciato e il rinoceronte bianco del nord è quasi estinto.

In termini di conservazione, il bufalo del Capo e l’elefante africano sono i meno preoccupanti. Troverai queste specie in abbondanza, specialmente in Sud Africa, Botswana, Zimbabwe e Zambia.

Se stai pianificando il tuo primo safari africano o il tuo prossimo viaggio in Sud Africa, questa guida ti aiuterà a vedere quanto più Big 5 possibile durante il tuo viaggio.

1. Il leone

Il leone africano governa le pianure africane. Queste maestose bestie sono i predatori apicali della boscaglia e probabilmente il membro più riconosciuto dei Big 5.

I leoni hanno generalmente una struttura forte e compatta, con zampe anteriori, denti e mascelle potenti, perfetti per cacciare le loro prede.

Lion Mother Cub

Il loro mantello è corto e fulvo, ei maschi sviluppano una criniera intorno al collo e alle spalle. Puoi facilmente identificare un leone maschio nella boscaglia africana. Tutto ciò che devi cercare è la loro criniera, che normalmente è del colore della savana, bionda, bruno-rossastra o nera. L’aspetto della criniera di un leone è determinato dalla sua età, dagli ormoni e dalla genetica.

I leoni sono anche molto adattabili. Puoi trovarli in una vasta gamma di habitat, tra cui pianure aperte, foreste spinose e fitti cespugli. Potresti trovare una piccola popolazione di leoni nel nord-ovest dell’India, ma la maggior parte di queste specie si trova nell’Africa meridionale. In cattività, i leoni possono vivere fino all’età di 20 anni. In natura, un leone può vivere fino all’età di 12 anni, mentre una leonessa può vivere fino a 16 anni.

I Lions vivono in branchi che sono unità familiari. Questi branchi possono essere costituiti da 30-40 leoni, dove sarebbero presenti 3-4 maschi. Tutte le leonesse dell’orgoglio sono imparentate. I cuccioli femmine rimarranno fedeli all’orgoglio, mentre i giovani maschi lascerebbero e stabilirebbero il proprio orgoglio.

Se viaggi in Botswana, Zimbabwe e Zambia, le tue possibilità di vedere il sovrano delle pianure africane sono grandiose!

Lo sapevate?

  • I legami tra le leonesse sono molto forti, soprattutto perché sono nello stesso orgoglio per la vita e allevano i loro cuccioli insieme.
  • Le femmine fanno tutta la caccia e i maschi ottengono la prima preferenza quando si tratta di mangiare, anche quando ci sono nuovi cuccioli nell’orgoglio.
  • Rosette e macchie compaiono sui manti sabbiosi dei giovani leoni. Tuttavia, questi di solito scompaiono quando invecchiano.
  • Man mano che invecchiano, i leoni maschi sviluppano criniere impressionanti. Queste criniere possono crescere fino a 16 cm di lunghezza e significare dominio.
  • I leoni possono sopravvivere in ambienti estremamente secchi come il deserto del Kalahari perché sono adattabili. Traggono nutrimento principalmente dalle loro prede e possono persino bere acqua da piante come i meloni Tsamma.
  • L’unica specie di gatto nota per ruggire insieme è il leone. Anche i loro cuccioli si uniscono. La chiamata di solito dura circa 40 secondi.

2. Il leopardo

Il leopardo africano è un gatto grande e sfuggente. Il suo mantello è di colore chiaro con macchie nere e motivi a rosetta, mentre la testa, gli arti inferiori e il ventre sono ricoperti da solide macchie nere. I leopardi sono sessualmente dimorfici, il che significa che ci sono differenze distinte tra maschi e femmine. Questi animali sono noti per la loro velocità e furtività. Amano inseguire le loro prede e ucciderle andando per la gola. Questo grande gatto è molto versatile e può arrampicarsi facilmente su un albero o una scogliera, trascinando con sé anche prede pesanti.

Linyanti Wildlife

I leopardi sono diffusi soprattutto in Africa, ma anche in Medio Oriente, Asia e Isole del Pacifico. Simile al leone, anche i leopardi si adattano bene agli ambienti mutevoli. Puoi trovarli nella boscaglia africana, nelle pianure aperte e persino nella foresta pluviale. Se fai un safari in Africa, potresti avvistare questa specie in Botswana, in particolare intorno al delta dell’Okavango , Linyanti, al Chobe National Park o alla Moremi Game Reserve.

I leopardi hanno anche metodi di comunicazione distinti, che includono il linguaggio del corpo o la postura, le vocalizzazioni e la comunicazione chimica. La femmina di solito usa la coda come bussola per i suoi cuccioli. Quando si muovono attraverso il loro territorio o areale, i leopardi emettono una distintiva tosse rauca e roca che segnala la loro presenza. Dopo essersi nutriti delle loro preghiere, possono essere ascoltati fare le fusa rumorosamente.

Lo sapevate?

  • Il leopardo evita di interagire tra loro, fatta eccezione per l’accoppiamento e l’allevamento dei cuccioli.
  • Sia le femmine che le cotte raggiungono la maturità sessuale tra i 24 ei 28 mesi. Tuttavia, si riproducono raramente prima dei tre o quattro anni. Dopo un periodo di gestazione di 90-106 giorni, nascono i cuccioli. La dimensione della cucciolata varia da uno a tre.
  • I leopardi sono anche forti nuotatori e occasionalmente mangiano pesce e granchi.
  • I leopardi non ruggiscono; abbaiano e ringhiano. Fanno anche le fusa quando sono felici. Sono uno dei felini più adattabili.

Hai letto la nostra guida definitiva al delta dell’Okavango?

Leggi qui .

3. Il rinoceronte

Ci sono solo due tipi di rinoceronte trovati nell’Africa meridionale, il 40% dei quali vive in Sud Africa, dove sono in pericolo di estinzione. In effetti, tutti i rinoceronti sono in pericolo di estinzione. Migliaia di queste specie sono state cacciate in camicia per le loro corna. Gli sforzi di conservazione stanno ancora andando avanti a prescindere. In effetti, il rinoceronte bianco del sud è stato reintrodotto in Kenya, Zambia e Costa d’Avorio.

Rhino Botswana Wildlife

Sia i rinoceronti bianchi che quelli neri sono in realtà di colore grigio. L’unico modo per differenziare tra i due è la forma delle labbra. Il rinoceronte bianco ha il labbro squadrato, mentre il rinoceronte nero ha il labbro superiore appuntito.

Il rinoceronte nero è un browser che preferisce mangiare e arbusti, mentre i rinoceronti bianchi preferiscono pascolare sull’erba. Sia i rinoceronti bianchi che quelli neri possono essere trovati in Zambia, Botswana, Zimbabwe e Sud Africa.

I rinoceronti, a differenza dei leoni, sono specie solitarie. Alcuni rinoceronti sono più introversi di altri. Non sono farfalle sociali e si divertono a essere lasciate sole o ad essere osservate a distanza. Questa natura ritirata, può anche essere attribuita ai loro occhi cattivi. Tuttavia, il loro udito e l’olfatto sono molto buoni. Ogni 2-5 anni, una femmina partorirà un vitello. Questo è il motivo per cui l’allevamento è così lento. Un vitello dipende interamente dalla madre fino all’età di tre anni, quando si allontanerà da solo.

Lo sapevate?

  • La specie più minacciata dei Big 5 è il rinoceronte. Il commercio illegale di bracconaggio di rinoceronte è guidato da una crescente domanda di corni di rinoceronte. Questo è aggravato dai bracconieri sofisticati. Pochi rinoceronti si trovano ora al di fuori dei parchi nazionali e delle riserve.
  • Il corno di un rinoceronte non è attaccato al suo cranio. Ricrescerà se si rompe.
  • Una scarsa visione significa che a volte i rinoceronti possono attaccare accidentalmente alberi o rocce. Il loro udito e l’olfatto sono fantastici, quindi spesso compensano la loro scarsa vista.

4. L’elefante

L’elefante africano, o “ellies” come li chiamiamo noi, è davvero unico. Sono, senza dubbio, gli animali più grandi e pesanti della terra. Sono anche uno dei membri iconici dei Big 5. Attualmente ci sono due tipi di ellie trovati in Africa, gli elefanti della savana, che si trovano nell’Africa meridionale, e gli elefanti della foresta, che si trovano nell’Africa occidentale e centrale.

Elephant Pool Somalisa

Sarai in grado di avvistare facilmente un elefante della savana durante il safari. Usano i loro bauli per comunicare e maneggiare oggetti. Hanno anche grandi orecchie che li mantengono belli e freschi, durante il caldo estremo, spesso vissuto sotto il sole africano. Gli elefanti africani hanno anche due estensioni sulla punta della proboscide. Sia i maschi che le femmine hanno zanne, che vengono utilizzate principalmente per nutrirsi, scavare, marcare e occasionalmente combattere.

Gli elefanti hanno un sistema sociale molto complicato. Un nucleo familiare è composto da circa 10 ellies. Tuttavia, diversi nuclei familiari possono anche unirsi e formare un clan, che può essere composto da 50-70 elefanti. Una femmina porterà il suo vitello per circa 22 mesi. La femmina impiega 6-18 mesi per svezzare il vitello, ma l’allattamento potrebbe continuare per un po’ più a lungo.

Un maschio lascerà il suo clan una volta raggiunta la pubertà, che è all’età di 10-20 anni. Il maschio poi va a formare un’alleanza con altri maschi. I maschi competono per accoppiarsi solo a 20 anni, mentre le femmine sono fertili solo tra i 25 ei 45 anni. Un elefante può vivere fino a 70 anni.

Gli elefanti sono erbivori e mangiano solo foglie, rami, frutta, erba e corteccia. Troverai un’alta concentrazione di elefanti in Botswana, Zimbabwe e Zambia.

Lo sapevate?

  • Molti alberi nelle foreste dell’Africa occidentale si basano su semi sviluppati che passano attraverso il tratto digestivo di un elefante per la loro diffusione e germinazione.
  • Gli elefanti africani comunicano a bassa frequenza, quindi gli esseri umani non possono sentirli, anche se sono lontani.
  • Gli elefanti possono anche scottarsi al sole cocente dell’Africa. Per prevenire le scottature solari, si mettono della sabbia sulla testa e sulla schiena per tenere lontani gli insetti. Anche se la loro pelle è estremamente dura, possono ancora sentire piccoli insetti che camminano sulla loro pelle.
  • I cuccioli di elefante sono quasi ciechi quando nascono. Spesso si succhiano i tronchi per confortarli, proprio come fanno i giovani umani con i pollici.

Alcuni dei nostri campi in Sud Africa

5. Il bufalo

I bufali africani vagano a migliaia nell’Africa meridionale. Questi animali robusti sono molto adattabili e possono sopravvivere in quasi tutti gli habitat, dai cespugli semi-aridi alle pianure costiere, alle zone umide, alle paludi e alle foreste. Tutto ciò di cui hanno bisogno è una fonte d’acqua nelle vicinanze. La maggior parte delle persone pensa che il leone sia il più pericoloso tra i Big 5, tuttavia, anche il bufalo è abbastanza veritiero. I bufali africani, in particolare, sono incredibilmente possessivi e non possono essere addomesticati.

Buffalo Wildlife

I bufali sono erbivori, si nutrono solo di piante, arbusti ed erba. Fanno anche parte della famiglia Bovidae, il che significa che dopo aver mangiato di solito rigurgitano più tardi, per masticare una seconda volta.

I bufali, sebbene irascibili, sono bestie sociali. Operano in branchi e si separano per genere. Un giovane maschio starà con la mandria per circa tre anni e poi si allontanerà per unirsi a un altro branco di maschi. Un branco materno ha fino a 30 femmine, mentre un branco maschio ha fino a 10 membri. Bufalo di solito vitello uno alla volta. La femmina è incinta da 9-11 mesi.

Lo sapevate?

  • Il leone è il principale predatore del bufalo. Buffalo cercherà spesso di salvare un altro membro se è stato ferito o catturato.
  • È stato anche documentato che bufali uccidono un leone, dopo aver ucciso un membro della loro mandria.
  • I bufali sono molto irascibili e viziosi. I bufali hanno ucciso più cacciatori africani di qualsiasi altro animale.

Domande frequenti

  • I Big Five: che cos’è?

I Big Five si riferiscono a un gruppo di animali selvatici, ovvero il leone, il rinoceronte, il bufalo, l’elefante e il leopardo.

  • Dove sono i Big Five?

I Big Five si trovano nell’Africa meridionale. Sebbene siano dispersi in tutto il mondo, puoi trovarli tutti in Botswana, Zambia, Zimbabwe e Sud Africa.

  • Perché sono chiamati i Big Five?

I Big Five sono stati originariamente nominati dai cacciatori per classificare il livello di pericolo e le dimensioni degli animali selvatici più cacciati in Africa.

ENQUIRE NOW